Seleziona il tuo paese per visualizzare le informazioni corrette / Select your country to display the correct information
Switzerland
INFOLINE  0840 888 555
logo
gravidanza
 

Le ultime novità sulle cellule staminali e su Genico

06/07/2011
Associazione Ostetrici e Ginecologi Italiani: il trapianto autologo è una realtà clinica

In un’intervista recentemente apparsa su Gyneco Aogoi, la rivista dell’Associazione Ostetrici e Ginecologi Italiani, il segretario nazionale Antonio Chiantera ha dichiarato che “Il trapianto autologo da staminali emopoietiche è una realtà clinica e l’esclusione aprioristica delle staminali cordonali non trova a nostro avviso giustificazioni scientifiche”. Il dirigente ha inoltre affermato che l’utilizzo in campo medico delle cellule staminali in futuro abbatterà la spesa sanitaria nazionale.
Di seguito l’intervento originale:

«La conservazione autologa viene unanimemente (e pesantemente) sconsigliata perché “non risponde ai principi di efficacia e appropriatezza” e, come indicato nel documento proposto da Cnt e Cns, “apre importanti problemi etici, di equità e di solidarietà” e quindi viene semplicemente “liquidata”. La questione invece va affrontata non solo perché, come ci dicono i dati, c’è una domanda in crescita ma soprattutto perché va salvaguardato il diritto individuale ad una scelta informata e consapevole. Il trapianto autologo da staminali emopoietiche è una realtà clinica e l’esclusione aprioristica delle staminali cordonali non trova a nostro avviso giustificazioni scientifiche. La scienza fa passi da gigante e le prospettive di utilizzo in oncologia o medicina rigenerativa, seppur oggi ipotetiche o in fase iniziale di sperimentazione, potrebbero un domani rivelarsi più che promettenti. Anche se comunque riteniamo che la scelta della conservazione per uso personale deve certamente essere a carico del privato in quanto, allo stato attuale delle conoscenze, in relazione alla possibilità di utilizzo del campione stesso, in assenza di familiarità già dimostrabile prima del parto, non può essere garantita dal nostro Ssn che versa già in condizioni difficili e che non può soddisfare le pur giuste richieste di prevenzione. Anche se queste permetteranno in futuro un abbattimento importante della spesa sanitaria stessa».

Antonio Chiantera
Dirigente di 2° livello della Divisione di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Fatebenefratelli di Napoli.
Docente di Patologia Ostetrica e Ginecologica alla 2a Università di Napoli.
Segretario Generale dell’AOGOI (Associazione Ostetrici e Ginecologi Italiani).
Presidente della 1st European Clinical Conference.


Fonte: Gyneco Aogoi, 3-2011
Altre news
 
I nostri consulenti rispondono senza impegno a qualsiasi domanda
Clicca qui per essere ricontattato
Inviaci i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto dal tuo consulente di zona
Cliccando 'Invia' autorizzi Genico al trattamento dei tuoi dati