Seleziona il tuo paese per visualizzare le informazioni corrette / Select your country to display the correct information
Switzerland
INFOLINE  0840 888 555
logo
gravidanza
 

Le ultime novità sulle cellule staminali e su Genico

01/10/2012
Cellule staminali per ridurre i sintomi dell'autismo: primo studio su bambini californiani

Al via in California il primo studio per testare l'efficacia delle cellule staminali per ridurre i sintomi dell'autismo.

I ricercatori del Sutter Neuroscience Institute di Sacramento, in collaborazione con il CBR (Cord Blood Registry) stanno reclutando 30 bambini affetti da autismo, di un'età compresa tra i due e i 7 anni per dare il via al primo studio che vede l'impiego delle cellule staminali per la "cura" dell'autismo.

"Abbiamo evidenze scientifiche del fatto che alcuni bambini affetti da autismo hanno disfunzioni a livello del sistema immunitario che possono causare il danneggiamento o il ritardo nello sviluppo del sistema nervoso - afferma il dr. Michael Chez, primario di Neurologia Pediatrica del Sutter Neuroscience Institute e direttore della ricerca - le cellule staminali cordonali possono offrire la possibilità per rimodulare o riparare il sistema immunitario di questi pazienti, che potrebbe risultare in un miglioramento delle abilità linguistiche e di altre abilità nei bambini che non hanno ragioni evidenti per essere diventati autistici, come malformazioni genetiche o danni cerebrali"

"Questo - continua il dr. Chez - segnerebbe una nuova era della ricerca che utilizza le cellule staminali per la cura di malattie croniche".

I pazienti saranno divisi in due gruppi e trattati l'uno con cellule staminali del sangue cordonale conservato alla nascita dai genitori dei bambini stessi e l'altro con placebo e dopo sei mesi i due gruppi saranno invertiti. Lo studio registrerà ogni migliramento della capacità linguistiche o degli altri fattori presenti nell"autism rating scale".

Medici, ricercatori e genitori saranno all'oscuro di ciò che verrà iniettato ai pazienti (cellule staminali o placebo) per evitare qualsiasi possibilità di condizionamento nell'osservazione dei risultati dovuta alle altissime aspettative di tutti gli attori coinvolti.

Fonti e approfondimenti:
Cord Blood Registry
Sutter Neuroscience Institute
Altre news
 
I nostri consulenti rispondono senza impegno a qualsiasi domanda
Clicca qui per essere ricontattato
Inviaci i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto dal tuo consulente di zona
Cliccando 'Invia' autorizzi Genico al trattamento dei tuoi dati