Seleziona il tuo paese per visualizzare le informazioni corrette / Select your country to display the correct information
Switzerland
INFOLINE  0840 888 555
logo
gravidanza
 

Le ultime novità sulle cellule staminali e su Genico

04/11/2016
L’artrite reumatoide si curerà con le cellule staminali della placenta

"L’artrite reumatoide si curerà con le cellule staminali della placenta"

Le cellule staminali della placenta possono curare tante malattie degenerative, come l’artrite reumatoide, la brosi polmonare, l’ischemia cerebrale, il morbo di Crohn. «Sono ef caci anche per rimarginare ferite dif cili, come il piede diabetico. Per ora noi le studiamo solo sugli animali, mentre negli Usa, in Australia e in Israele si sperimenta già sui pazienti: attendiamo con trepidazione i risultati». A parlare è Ornella Parolini, biologa bresciana di 53 anni che, dopo un lungo periodo all’estero fra Stati Uniti e Austria, nel 2002 è rientrata nella sua città per aprire il centro “Eugenia Menni” della Fondazione Poliambulanza: il primo, in Italia, a studiare le cellule staminali della placenta e il loro uso in medicina.

Reduce dal premio Standout Woman, che le è stato consegnato alla Camera dei Deputati per le doti professionali e umane, Ornella è subito tornata alle sue cellule che, dice orgogliosa, «promettono bene per la cura di tante malattie degenerative, la cui diagnosi, spesso tardiva, rischia di compromettere la guarigione (come spesso accade per l’artrite reumatoide). La placenta è fondamen- tale durante la gravidanza, ma poi viene gettata: per me, invece, è come uno zainetto che il neonato porta con sé, con un contenuto molto prezioso».

Perché le cellule che lei studia sono tanto interessanti per la scien- za?

Perché, come tutte le staminali, si trasformano in altre cellule. In più, secernono molecole che attenuano le in ammazioni e creano un ambiente idoneo alla rigenerazione dei tessuti.

Quanto ci vorrà per usarle come terapia?

4 o 5 anni per vedere gli esiti dei test in corso, ma nulla è ancora sicuro. Lo dico per onestà verso chi sta male: conosco il dolore della malattia, mia madre è morta di Sla, so che la speranza può diventare illusione non appena si legga di qualche nuova ricerca.

Rispetto ad altre staminali, cosa hanno in più quelle della pla- centa?

Sono recuperabili facilmente, senza prelievi dolorosi. Aiutano la rigenerazione dei tessuti. E sono libere dai dilemmi etici delle cellule embrionali, che si ottengono distruggendo l’embrione.

Altre news
 
I nostri consulenti rispondono senza impegno a qualsiasi domanda
Clicca qui per essere ricontattato
Inviaci i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto dal tuo consulente di zona
Cliccando 'Invia' autorizzi Genico al trattamento dei tuoi dati