Seleziona il tuo paese per visualizzare le informazioni corrette / Select your country to display the correct information
Switzerland
INFOLINE  0840 888 555
logo
gravidanza
 

Le ultime novità sulle cellule staminali e su Genico

17/06/2010
Conservazione cellule staminali cordonali

In Italia, al contrario di altre nazioni, vi è molto dibattito in merito all’utilità della conservazione delle cellule staminali per uso autologo. Infatti, mentre in moltissime altre nazioni lo stato consente di conservare le proprie cellule staminali e pretende dalle banche biologiche alti standard di qualità, in Italia è consentito farlo solo a livello di donazione (quindi per uso eterologo) oppure per uso familiare nel caso in cui nella famiglia sia presente una malattia trattabile fin d’ora con le cellule staminali; altrimenti bisogna ricorrere a banche che conservino le cellule su territorio straniero. Questa posizione istituzionale non considera, a nostro avviso, le potenzialità che si stanno sviluppando sulle terapie con le cellule staminali. Nell’ambito di questo dibattito vi presentiamo la posizione assunta dal Prof. Veronesi, luminare della scienza e della medicina non solo a livello italiano. Il Prof. Veronesi risponde pubblicamente ad alcuni legittimi dubbi di una coppia in attesa di un bimbo per sottolineare che conservare le cellule staminali del cordone ombelicale non significa credere a false speranze, bensì è un saggio investimento sul futuro.


CONSERVAZIONE CELLULE STAMINALI CORDONALI
Gentile Dott. Umberto Veronesi, Siamo due futuri genitori e le scriviamo per chiederle un consiglio in merito all'effettiva utilità della crio-conservazione (attraverso banche private estere) di cellule staminali cordonali per un eventuale trapianto autologo o allogenico (nel caso dei familiari). Inizialmente eravamo convinti fosse un buon investimento per eventuali futuri problemi legati alla salute del nostro bambino. Leggendo le indicazioni sul sito del ministero della salute ci sono venuti alcuni dubbi relativi al senso di questo investimento. Nel sopracitato sito infatti, se non abbiamo compreso in maniera inadeguata, è esplicitato che non c'è nessuna garanzia scientifica in merito alla funzionalità - efficienza - efficacia di cellule staminali cordonali trapiantate sullo stesso donatore: c'è la possibilità che queste cellule staminali non riconoscano le altre come malate perché originate dalla stessa matrice.

ONCOLOGIA risponde UMBERTO VERONESI
Cari genitori, la conservazione delle cellule staminali è una scelta molto lungimirante perchè dimostra la consapevolezza e la coscienziosità che avete per la salute del proprio figlio. Certamente il ministero sente il dovere di spiegare che dalle cellule staminali, molto promettenti, non ci si può aspettare che risolvano tutti i problemi; ma si dimentica di dire anche che la scienza proprio sulle staminali continua a fare passi da gigante e ciò che non è possibile oggi lo sarà domani, e che questo domani è proprio dietro l'angolo. Quindi io ritengo il vostro un gesto responsabile.

Un affettuoso augurio
Umberto Veronesi
Fonte:
salute.leiweb.it

 

Altre news
 
I nostri consulenti rispondono senza impegno a qualsiasi domanda
Clicca qui per essere ricontattato
Inviaci i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto dal tuo consulente di zona
Cliccando 'Invia' autorizzi Genico al trattamento dei tuoi dati