Seleziona il tuo paese per visualizzare le informazioni corrette / Select your country to display the correct information
Switzerland
INFOLINE  0840 888 555
logo
gravidanza
 

Vademecum: istruzioni passo dopo passo per la conservazione delle cellule staminali del vostro bambino.


Dopo la visita del consulente Genico, vi invitiamo a leggere attentamente la documentazione consegnata durante l’incontro informativo e, qualora vogliate approfondire argomenti o porre ulteriori domande, non esitate a contattate il vostro consulente che fornirà le risposte a tutti i vostri dubbi.

Nel caso abbiate già deciso di conservare le cellule staminali del vostro bambino, trovate qui un dettagliato vademecum dalla firma del contratto fino al parto.

Abbiamo deciso di conservare le cellule staminali di nostro figlio con Genico, che cosa dobbiamo fare?

Compilate e firmate entrambe le copie dell’accordo Genico, inclusi i moduli Dati identificativi cliente (Allegato 1), Prezzi e modalità di pagamento (Allegato 2A, 2B, 2C o 2D in base al servizio scelto) e in caso di conservazione della placenta anche il Consenso informato (Allegato 3). Inviate a Genico entrambe le copie di ogni documento, usando la busta precompilata che trovate nella cartelletta, e avvertite telefonicamente il vostro consulente.

Al ricevimento dell’accordo, Genico provvederà ad inviarvi la fattura relativa a Spedizione del kit e apertura pratica. A pagamento avvenuto, riceverete il kit di raccolta del sangue cordonale e/o della placenta. Insieme al kit, oppure in un secondo momento, vi sarà restituita una copia controfirmata dell’accordo Genico.

Se il parto è previsto entro 30 giorni o nel caso scegliate la modalità di pagamento anticipato, oltre all’invio della documentazione in originale per posta, è strettamente necessario anticipare i moduli Dati identificativi cliente e Prezzi e modalità di pagamento (Allegato 1 e Allegato 2A, 2B, 2C o 2D) via fax al numero 0041 91 791 59 76 o via email a clienti@genico.ch.

Che cosa fare una volta ricevuto il kit?

Verificate il contenuto secondo le istruzioni presenti nella documentazione fornita. Conservate il kit in un luogo fresco e asciutto, dove siete certi che non verrà dimenticato, ad esempio nella borsa preparata in previsione del ricovero. Portate con voi il kit qualora siano previsti spostamenti lontano da casa.
Importante! Non lasciate mai il kit nell’automobile, se non per il tempo necessario agli spostamenti: il surriscaldamento estivo e l’abbassamento della temperatura in inverno ne compromettono le funzionalità.

Effettuate il bonifico dell’acconto di € 380,00, sulla fattura si trovano gli estremi bancari per il versamento.

Qualora conserviate solo le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale

Il kit contiene tutta la documentazione necessaria per richiedere alla Direzione Sanitaria l’autorizzazione all’esportazione delle cellule staminali: avvisate il vostro consulente, che vi seguirà durante l’espletamento della procedura.
È  importante completare nel più breve tempo possibile l’iter burocratico con la Direzione Sanitaria al fine di ottenere il nulla osta per tempo, anche in caso di parto anticipato. La procedura da seguire si trova nel documento “Istruzioni per l’ottenimento del nulla osta all’esportazione del sangue cordonale”.

Ottenuto il nulla osta all’esportazione, inviate il documento a Genico via email a clienti@genico.ch, oppure via fax al numero 0041 91 791 59 76. Tenete per voi l’originale, e inseritene una copia nella busta Documentazione per la spedizione del kit che trovate e lascerete direttamente all’interno della scatola del kit: a parto avvenuto la busta dovrà essere consegnata al corriere insieme al kit.

Qualora conserviate solo le cellule staminali della placenta


Compilate e firmate la Dichiarazione di responsabilità per il ritiro della placenta espulsa in seguito al parto e consegnatela alla Direzione Sanitaria insieme alla fotocopia della Dichiarazione concernente lo smaltimento della placenta in eccesso.

In qualsiasi momento durante la gravidanza, eseguite le seguenti analisi del sangue:
  • HIV1/2 (Ag-Ac)
  • HBV (HBsAb, HBeAg, HBeAb, HBcAb, HBSAg)
  • HCV (Anticorpi Epatite C)
  • HTLV I/II (Anticorpi IgG; IgM del virus umano T linfotropico di tipo I e II)
  • Sifilide (Anticorpi)
  • CMV (Anticorpi IgG; IgM)

Ricevuti i risultati, tenete per voi l’originale, fatene una copia e inseritela nel kit per la raccolta della placenta.
Importante! Non togliete mai i risultati delle analisi dal kit: in assenza dei referti, la placenta non sarà processata e l’accordo stipulato con Genico sarà risolto di diritto, come previsto al punto 3 delle condizioni contrattuali.

Qualora conserviate sia le cellule staminali contenute nel sangue cordonale, sia quelle della placenta

Compilate e firmate la Dichiarazione di responsabilità per il ritiro della placenta espulsa in seguito al parto e consegnatela alla Direzione Sanitaria insieme alla fotocopia della Dichiarazione concernente lo smaltimento della placenta in eccesso.

Richiedete il nulla osta all’esportazione del sangue cordonale, seguendo le istruzioni riportate sul documento Istruzioni per l’ottenimento del nulla osta all’esportazione del sangue cordonale che si trova nel kit.
È  importante completare nel più breve tempo possibile l’iter burocratico, al fine di ottenere il nulla osta per tempo, anche in caso di parto anticipato.

Oltre agli esami del sangue da eseguire negli ultimi 30 giorni di gestazione, necessari per l’ottenimento del nulla osta, è obbligatorio che in qualsiasi momento della gravidanza siano eseguiti anche i seguenti test:
  • HTLV I/II (Anticorpi IgG; IgM del virus umano T linfotropico di tipo I e II)
  • Sifilide (Anticorpi)
  • CMV (Anticorpi IgG; IgM)

Una copia aggiuntiva dei risultati di tutti e sei gli esami del sangue effettuati deve essere inserita nel kit per la raccolta della placenta.
Importante! Non togliete mai i risultati delle analisi dal kit: in assenza dei referti, la placenta non sarà processata e l’accordo stipulato con Genico sarà risolto di diritto, come previsto al punto 3 delle condizioni contrattuali.

Cosa fare al momento del parto?

Le procedure che seguono sono molto importanti per una corretta e immediata gestione del ritiro del kit a parto avvenuto.

In caso di parto naturale,
avvisate il vostro consulente:
  • al momento del ricovero (se notturno inviate un sms)
  • al momento dell’ingresso in sala parto
  • immediatamente dopo il parto.

In caso di parto cesareo comunicate anticipatamente al vostro consulente il giorno e l’ora programmati per l’intervento e poi contattatelo:
  • al momento del ricovero
  • al momento dell’entrata in sala operatoria
  • a parto avvenuto.

In entrambi i casi, al momento del ricovero comunicate l’ospedale / clinica in cui sta per avvenire il parto, il piano del reparto e il numero di stanza, così da permettere a Genico di organizzare il ritiro del kit nel più breve tempo possibile.

All’ingresso della sala parto consegnate il kit al personale medico. Vi sarà restituito a parto avvenuto con dentro il materiale biologico da cui saranno estratte le cellule staminali del vostro bambino e con i campioni di sangue materno per le analisi richieste dalle normative internazionali.
Nell’attesa del ritiro da parte del corriere, conservate il kit a temperatura ambiente nella stanza che vi viene assegnata per la degenza post-parto.


Scarica il vademecum per la conservazione delle cellule staminali PDF
Scarica le istruzioni per l'ottenimento del nulla osta ministeriale all'esportazione PDF
Page created on: 21/03/2011
Last modified on: 10/11/2014
 
 
 
I nostri consulenti rispondono senza impegno a qualsiasi domanda
Clicca qui per essere ricontattato
Inviaci i tuoi dati e sarai ricontattato al più presto dal tuo consulente di zona
Cliccando 'Invia' autorizzi Genico al trattamento dei tuoi dati